PanLuxury: con De Vivo ed Il Principe sarà un Natale Limited Edition

La Pasticceria De Vivo ed Il ristorante il Principe reinterpretano il più classico dei dolci di Natale, il Panettone.

Con De Vivo ed il Principe ci aspetta un Natale Limited Edition con una nuova linea di prodotti, due lievitati salati “Pan Luxury”, un trionfo di profumi e sapori, esempio virtuoso di innovazione, gusto e modernità. Il progetto nasce dalla collaborazione dell’arte pasticcera del pastry chef Alfonso Schiavone della pasticceria De Vivo e l’alta gastronomia dello chef Gian Marco Carli, esperienza di gusto originale e ricercata, in cui la passione per la pasticceria e per la cucina diventano il mezzo attraverso cui esaltare sapori appagando tutti i sensi.

Venerdì 25 settembre nella raffinata location del ristorante Il Principe di Pompei sono stati presentati ad un ristretto numero di addetti ai lavori i due lievitati: Panettone all’Acqua di Mare, Caviale e Plancton e Panettone al Tartufo Bianco, un vero e proprio esempio di quanto la genialità messa al servizio dell’enogastronomia possa raggiungere risultati inaspettati ma concreti, grazie a due talenti innati, due fuoriclasse che sono scesi in campo con un progetto ambizioso ma rischioso, donare sapidità a quello che da sempre è riconosciuto come il più classico dei dolci natalizi, da tempo rivisitato in mille sfumature di gusti ma senza mai spingersi così oltre come hanno fatto Gian Marco e Alfonso. Doti naturali, ardire, competenze, perseveranza e genialità sono le sfumature che portano gli operatori del mondo della gastronomia a spingersi oltre, ma soltanto i veri fuoriclasse raggiungono livelli così alti.

Nel corso della presentazione lo chef Gian Marco Carli ha deliziato i palati dei presenti con una cena dal menù intrigante dove mare e terra si sono sfidati all’ultimo boccone in un percorso dai sapori antichi interpretati in una veste diversa e rassicurante nel nuovo. Partendo dall’ aperitivo con un viaggio attraverso “La Campania da nord a sud“, una coccola per il palato, un tuffo nei sapori e nei ricordi ma interpretati in chiave moderna, dall’Agro Nocerino Sarnese, una chutney di pomodoro San Marzano, bombetta di genovese, rivisitazione della graffa in versione salata con pecorino e genovese in nome della città di Napoli. Per l’Irpinia un tacos di grano arso con stracotto di maiale, ricotta di pecora bagnolese e tartufo nero di Bagnoli Irpino. Per la Costiera Sorrentina, babà bagnato in acqua di pomodoro, fonduta di fiordilatte di Agerola e pesto di basilico. Per la Costiera Amalfitana, burro mantecato con acciughe di Cetara.

Gli antipasti, un meraviglioso “Sandwich di tonno” con sentori di brace e sottobosco accompagnato da gel di cipolla in agrodolce e a seguire un piatto a dir poco geniale, “Uovo alla carbonara e caviale di aringa“.

Il primo, “Candele spezzate alla genovese secondo la tradizione“, un piatto ruffiano, un vero e proprio rigore a porta vuota.

Il Pre dessert, “Ricotta di pecora a latte crudo“, caprino erborinato e buccetta di limone candito.

Ed infine una piacevolissima carrellata di dessert, a cura della pasticceria De Vivo, “Millefoglie maiolica crema e amarena“, petit fours e goccine con crema al limone e con mousse di ricotta di pecora.

Insomma Junior Principe Carli, un fottuto genio, incidentalmente chef!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...